UNIRIMA – Dalla carta alla carta - Lavoriamo per dare impulso alla circolarità della nostra economia

UNIRIMA – Unione Nazionale Imprese Recupero e Riciclo Maceri - nasce il 24 novembre 2015 dalla fusione di UNIONMACERI e FEDERMACERO, le due principali associazioni operanti nel settore della carta da macero, al fine di realizzare una rappresentanza più forte per la tutela di tutte le imprese attive nel settore della raccolta e del recupero, riciclaggio e commercializzazione della carta da macero favorendo le ulteriori potenzialità di aggregazione nel comparto. UNIRIMA si colloca all’interno di FISE Unire pur mantenendo la propria autonomia amministrativa.

UNIRIMA, sia direttamente che per il tramite di FISE UNIRE:

  • è presente ai più importanti tavoli istituzionali di interesse del settore, sia tecnici che politici;

  • partecipa attivamente alle iniziative promosse dagli enti e delle istituzioni pubbliche e private di riferimento (Commissioni Parlamentari competenti, Ministeri, Regioni, ISPRA, Albo Naz. Gestori Ambientali, CONAI e COMIECO - Consorzio nazionale recupero e riciclo degli imballaggi a base cellulosica, Camere di commercio e organismi di normazione tecnica);

  • è presente con propri esperti negli organi e nei gruppi di lavoro del COMIECO, in particolare ai fini dell’applicazione dell’Accordo nazionale per il ritiro e la selezione di carta e cartone da raccolta differenziata, siglato congiuntamente a COMIECO stesso;

  • a livello internazionale, aderisce al BIR (Ufficio Internazionale del Recupero e Riciclaggio), attraverso UNIRE, ed è membro ERPA (Associazione europea per il recupero della carta), partecipando ai lavori per la definizione degli standard e delle norme tecniche europee per il macero;

  • cura l'elaborazione, oltre al Rapporto Annuale di settore nell’ambito de “L’Italia del riciclo”, di analisi costi-benefici sulle raccolte differenziate, studi sull’assimilazione, nonché, più in generale, di documenti di posizione sulle problematiche e le opportunità di sviluppo del settore del recupero del macero.


Anche grazie alla sua presenza diffusa sul territorio, l'Associazione si pone come interlocutore nei confronti dei soggetti pubblici e privati per il raggiungimento di alcuni importanti obiettivi:

  • favorire la presenza delle imprese del settore del macero sul mercato nazionale ed internazionale;

  • promuovere lo scambio di conoscenze, prodotti e servizi fra gli associati e con soggetti esterni;

  • sviluppare un sistema trasparente e aperto, basato su requisiti minimi delle piattaforme in termini di potenzialità impiantistica, efficienza organizzativa e qualità dei processi e dei prodotti;

  • migliorare gli standard di qualità nei sistemi di raccolta, recupero e selezione della carta da macero, anche attraverso l'innovazione tecnologica e i sistemi di qualità (Vision 2000, ISO 14000, EMAS);

  • contribuire al riequilibrio del mercato del macero, anche in fasi recessive della domanda, puntando alla sostenibilità economica delle attività di recupero;

  • favorire la libera concorrenza sul mercato attraverso un confronto a parità di condizioni tra operatori privati e pubblici, riducendo i privilegi attualmente in capo a questi ultimi (quali sovvenzioni pubbliche e agevolazioni normative);

  • restringere il campo dell’assimilazione dei rifiuti speciali ai rifiuti urbani, nel rispetto del principio “chi inquina paga” nonché dei limiti all’assimilazione previsti per legge, ai soli casi in cui le imprese private di gestione dei rifiuti operanti sul mercato non riescano a soddisfare in modo sufficiente la domanda di servizi di raccolta e recupero da parte degli operatori economici;

  • superare l'emergenza rifiuti nel nostro Paese anche attraverso il coinvolgimento delle aziende private;

  • promuovere la creazione di nuovi sbocchi per i prodotti riciclati, anche attraverso il Green Public Procurement e gli acquisti “verdi” della Pubblica Amministrazione;

  • contribuire alla definizione e all’applicazione di un quadro normativo certo, efficace e sostenibile, in particolare per quanto riguarda gli adempimenti necessari all’operatività delle aziende (come il SISTRI), le procedure per l’export di macero, nonché l’organizzazione e gestione del sistema per il recupero degli imballaggi.

Scarica la brochure UNIRIMA (file pdf)

News recenti